Con ShoeBox realizzare un impianto domotico è semplice ed economico.
Ogni unità abitativa avrà tante centraline quanti sono gli ingressi e le uscite da collegare. Si può supporre di avere una centralina per stanza, a cui si collegano tutti gli interruttori e i dispositivi più vicini, in maniera casuale, convogliando in un unico punto tutti i cavi. Dopo aver cablato il tutto, tramite un semplice configuratore si procede ad effettuare le assegnazioni degli ingressi alle rispettive uscite. Il procedimento è semplice e intuitivo e permette di risparmiare tempo nella progettazione e nel cablaggio con un ulteriore risparmio sui cavi. L’impianto così realizzato, permette di effettuare modifiche senza costi aggiuntivi.
Una volta effettuate le assegnazioni, si collega la Master alla rete Ethernet e si ottiene un impianto domotico estremamente flessibile e incrementabile in qualsiasi momento.
L’impianto domotico ShoeBox non sostituisce il funzionamento manuale degli interruttori, ma aggiunge ad essi la possibilità del controllo in remoto.
In questo schema è possibile vedere come devono essere installate le ShoeBox all’interno dell’appartamento.
Dovrà essere presente una Master per impianto, e tante Slave in base alle necessità.
Tutte le centraline sono collegate tra loro tramite onde convogliate ed in alcuni casi con onde radio, che possono essere disattivate.

COME SI INSTALLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *